Una nuova alleanza europea per il patrimonio culturale

aprile 7, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

E-RIHS LogoDal 29 al 31 marzo scorso, l’ICCROM ha preso parte a una serie di incontri di pianificazione a Firenze, per il progetto E-RIHS per la scienza applicata al patrimonio culturale in collaborazione con il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e diversi altri partner istituzionali.

E-RIHS è un’infrastruttura di ricerca paneuropea, con laboratori e unità di ricerca riuniti in centri nazionali e regionali, che offre conoscenza, competenza assieme all’uso di una strumentazione all’avanguardia, metodologie di indagine innovative e accesso ai dati scientifici. L’infrastruttura è organizzata su quattro piattaforme principali: un’infrastruttura mobile (Molab), che include una strumentazione portatile per svolgere analisi in-situ (on the spot) non distruttive e non invasive, un’infrastruttura fissa (Fixlab) composta da strumentazione su ampia scala, come sincrotroni o acceleratori, archivi di dati (Archlab) contenenti informazioni uniche e preziose che appartengono a musei, gallerie e istituti di ricerca, e Digilab, per fornire un accesso diretto ai dati scientifici e alle informazioni raccolte nelle banche dati, nelle librerie digitali e nelle risorse di conoscenza esistenti. Continue reading…


RE-ORG in Cile, 2018!

aprile 5, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

RE-ORG in Chile in 2018Il 13 Marzo, oltre 200 professionisti cileni del patrimonio hanno partecipato a una conferenza pubblica tenuta da Gaël de Guichen, intitolata “Los depósitos: lugar prioritario para animar los museos  (I depositi – luogo prioritario per animare i musei) presso il CNCR – Centro Nazionale di Conservazione e Restauro a Santiago, Cile. Questo evento ha segnato l’avvio della strategia nazionale cilena RE-ORG, che si concretizzerà completamente nel periodo 2017-2019. RE-ORG Cile è un’iniziativa congiunta della DIBAM – Direzione di Biblioteche, Archivi e Musei e del CNCR.

Dal 13 al 17 Marzo, sette conservatori del CNCR e tre responsabili della collezione della DIBAM, hanno partecipato al workshop di formazione per mentori RE-ORG, durante il quale hanno appreso le caratteristiche essenziali del metodo RE-ORG, e approfondito le capacità di comunicazione e del lavoro di gruppo. Il workshop si è svolto presso il Museo de la Educación Gabriela Mistral, nel quale 2247 oggetti della collezione (tra cui dipinti, busti, strumenti didattici, attrezzature e arredi scolastici del 1900) sono stati risistemati in tre aree di deposito. L’enfasi posta sul carattere pratico del metodo RE-ORG aumenta notevolmente la fiducia del team e rafforza le capacità organizzative. La prossima fase del progetto comprende la selezione dei musei che parteciperanno al workshop nazionale, la preparazione del programma e della strategia di mentoring. Continue reading…


L’ICCROM al G7 della cultura a Firenze

aprile 3, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

ICCROM at the G7 Culture Meetings in FlorenceIl 30 marzo, il Direttore generale Stefano De Caro ha partecipato al G7 della cultura che si è svolto nella Sala Bianca di Palazzo Pitti, a Firenze. Si tratta del primo vertice sulla cultura, organizzato su iniziativa del Ministro della Cultura, Dario Franceschini.

Il summit ha visto la partecipazione di delegazioni di alto livello, provenienti dai Paesi industrializzati del G7 e da organizzazioni internazionali, che si sono incontrate per uno scambio di opinioni sull’importanza della cultura volta alla promozione di società più stabili e per garantire la diversità e il dialogo. Le stesse hanno inoltre sottolineato il ruolo essenziale della salvaguardia del patrimonio in un mondo in cui la cultura è sempre più bersaglio di attacchi, distruzione e profitti illeciti da parte di attori non statali. Continue reading…


SOIMA networks for world’s audiovisual heritage

marzo 15, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un’altra lingua disponibile.

SOIMA networks for world’s audiovisual heritageCall for International Collaboration to Build Capacity for Safeguarding World’s Audiovisual Heritage

ICCROM’s SOIMA (Sound and Image Collections Conservation) programme was invited to participate in the International Audiovisual Archival Training Summit, organized by the International Federation of Film Archives (FIAF) at the Cinémathèque française in Paris, France on 8 March 2017.  Aparna Tandon, ICCROM’s Project Manager for SOIMA, met with members of leading institutions in the audiovisual field to identify prospective partners for the SOIMA programme and to discover future collaborative capacity-building opportunities.

The audiovisual experts in attendance made plans to develop an overview of shared resources for audiovisual archives, define a set of common principles for cross-institutional collaboration, gather best practices for capacity building, and create a common scholarship fund for all institutions present. Continue reading…


Firmata la convenzione fra l’ICCROM e SUPSI

marzo 13, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

A recommendation on collections in storageIl giorno 31 gennaio 2017, il Direttore Generale dell’ICCROM, Stefano De Caro, ha firmato una convenzione con la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI). A firmare la convenzione per parte della SUPSI sono stati il suo Presidente del Consiglio, Alberto Petruzzella, e il Direttore della SUPSI, Franco Gervasoni.

La convenzione ha come preciso obiettivo quello di avviare una collaborazione fra SUPSI e ICCROM finalizzata ad avvalersi delle reciproche competenze e strutture per lo svolgimento di attività didattiche e di ricerca non solo nell’ambito della conservazione e del restauro, ma anche della conservazione preventiva, della gestione delle collezioni museali e della museotecnica. Continue reading…


RE-ORG Nigeria, il progetto lanciato grazie al sostegno degli USA

febbraio 16, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

RE-ORG Nigeria is launched with US supportL’Ambasciatore americano in Nigeria, W. Stuart Symington, ha concesso una sovvenzione di 116.000 dollari per lanciare il progetto RE-ORG Nigeria, frutto di una collaborazione tra l’ICCROM, la Commissione Nazionale per Musei e Monumenti della Nigeria e l’Università Ahmadu Bello a Zaria. La sovvenzione da parte del Fondo degli Ambasciatori per la Conservazione Culturale è stata concessa a uno dei 39 progetti selezionati tra i 136 pervenuti da tutto il mondo. RE-ORG Nigeria è uno dei sei progetti selezionati dall’Africa.

Il metodo RE-ORG aiuta i musei di tutto il mondo a riprendere il controllo delle loro collezioni in deposito, laddove la circolazione sia difficile o impossibile nel 25% dei casi. Dal 2011, il metodo è stato utilizzato nei musei di ogni continente, in stretta collaborazione con le istituzioni nazionali e altri partner tecnici e investitori. Continue reading…


#Unite4Heritage – Uniti per il patrimonio: l’ICCROM e l’UNESCO negli EAU

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

#Unite4Heritage: ICCROM and UNESCO in the UAEL’11 febbraio 2017, la Direttrice generale dell’UNESCO, Irina Bokova, ha visitato il Centro regionale di conservazione ICCROM-ATHAR a Sharjah, negli Emirati Arabi Uniti, nell’ambito del lancio della campagna #Unite4Heritage.

Sua Altezza, lo Sceicco Dott. Sultan Al-Qassimi, membro della Corte Suprema e Governatore di Sharjah, ha presieduto la cerimonia di inaugurazione della campagna #Unite4Heritage lo stesso giorno presso la Fortezza di Sharjah (Al-Hisn).

L’evento ICCROM-ATHAR includeva il discorso di apertura del Dott. Stefano De Caro, Direttore generale dell’ICCROM, e le osservazioni introduttive del Dott. Zaki Aslan, Direttore del Centro, e del Sig. Abdul-Aziz Al-Mussallam, Direttore dello Sharjah Heritage Institute e membro del Consiglio dell’ICCROM. L’evento è stato inoltre accompagnato da diverse conferenze in teatro, una mostra sulle attività del Centro per gli Stati arabi, e alcune dimostrazioni di interventi di pronto soccorso sui beni del patrimonio culturale in tempi di crisi. Continue reading…


Il Museo Etnografico di Ginevra esce dal suo deposito!

febbraio 10, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Re-Org and Geneva Ethnographic Museum
© Johnathan Watts du MEG

Su richiesta del Museo Etnografico di Ginevra (MEG), Gaël de Guichen e Marjolijn Debulpaep dell’Istituto Reale del Patrimonio Artistico (KIK-IRPA), Bruxelles (Belgio), hanno tenuto un workshop RE-ORG il 1° e il 2 febbraio 2016.

La collezione, una delle più grandi della Svizzera con oltre 70.000 oggetti, sarà trasferita in un deposito comune nel 2018.

Si tratta di un compito arduo, ma anche di una vera e propria opportunità per migliorare il potenziale di accesso e uso delle collezioni, assicurando nel contempo la loro conservazione a lungo termine. Per preparare il trasferimento, i collaboratori dell’unità collezioni hanno adottato il metodo RE-ORG, sviluppato dall’ICCROM e dall’UNESCO. Continue reading…


Risultati del convegno ospitato dal Museo Louvre-Lens

febbraio 8, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Saving and Reconstructing Heritage

RICOSTRUZIONE POST-CONFLITTO DELLE CITTÀ STORICHE, MUSEO LOUVRE-LENS, 20 – 21 GENNAIO 2017

Results of Louvre-Lens Symposium

Si è svolto a Lens (Francia), dal 20 al 21 gennaio 2017 un convegno speciale sulla ricostruzione post-conflitto delle città storiche, organizzato dall’ICCROM, il Museo Louvre-Lens e l’Institut du monde arabe a Tourcoing.

Durante i due giorni di convegno, vari esperti si sono riuniti per discutere il lavoro svolto dalle organizzazioni internazionali per la ricostruzione post-conflitto delle città storiche, presentando lo stato degli sviluppi teorici in questo ambito e discutendo diversi studi di casi in Europa e in Medio Oriente, per trarre insegnamenti potenzialmente utili per il futuro.

Al termine della prima giornata, i partecipanti hanno valutato l’impatto giuridico, politico ed economico degli interventi di ricostruzione, mentre la seconda giornata si è concentrata sul ruolo e le attività dei donatori e delle agenzie per lo sviluppo nel finanziamento dei progetti di ricostruzione post-conflitto. Continue reading…


Salvare e ricostruire il patrimonio

gennaio 10, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Saving and Reconstructing Heritage

Comunicato stampa

DA GIOVEDÌ 19 A SABATO 21 GENNAIO 2017 – EVENTO SPECIALE AL MUSEO LOUVRE-LENS

 

Roundtable on Post-Conflict Reconstruction of Historic Cities
Aleppo, la moschea di Omayyadi, 2013©UNESCO / Ron Van Oers

Salvare e ricostruire il patrimonio

In un momento in cui i grandi siti archeologici in Medio Oriente si vedono minacciati da tragici avvenimenti, il Museo Louvre-Lens ospita un evento speciale che si terrà dal 19 al 21 gennaio sul tema del patrimonio a rischio. Jean-Luc Martinez, Presidente-Direttore del Museo del Louvre, terrà una conferenza sulla protezione del patrimonio culturale nelle zone di conflitto armato. Marie Lavandier, Direttrice del Museo Louvre-Lens e Presidente del Consiglio dell’ICCROM, terrà un convegno internazionale sulla ricostruzione post-conflitto delle città storiche.

Questo evento speciale è stato organizzato in collaborazione con l’ICCROM, attraverso il suo Centro regionale di conservazione ICCROM-ATHAR (situato negli Emirati Arabi Uniti) e l’Institut du monde arabe a Tourcoing (Francia) e si inserisce nel quadro della mostra “la Storia inizia in Mesopotamia”, presentata al Louvre-Lens fino al 23 gennaio. Continue reading…