La 30a Assemblea Generale dell’ICCROM

novembre 17, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

General Assembly 2017COMUNICATO STAMPA

Roma, Italia – La 30a Assemblea Generale dell’ICCROM, Centro internazionale di studi per la conservazione ed il restauro dei beni culturali, che si terrà a Roma dal 29 novembre al 1° dicembre, intende proporsi come piattaforma di dialogo sugli approcci di ricostruzione delle città storiche distrutte e/o danneggiate.

Le delegazioni dei 135 Stati membri dell’ICCROM si incontreranno per discutere e approvare gli orientamenti strategici e il programma biennale dell’organizzazione come pure eleggere il suo Consiglio. Inoltre, l’Assemblea Generale ratificherà la nomina del nuovo Direttore Generale, designato dal Consiglio per un mandato di sei anni.

L’attuale Direttore Generale, Stefano De Caro, ha già in varie occasioni espresso il suo apprezzamento agli Stati membri per il continuo sostegno ai programmi, volti a creare capacità operative indirizzate ai professionisti della conservazione del patrimonio culturale. Lo stesso Direttore Generale ha sottolineato l’impegno dell’ICCROM nel mettere le proprie competenze al servizio del recupero del patrimonio e della sua ricostruzione, a beneficio delle comunità soprattutto nelle aree di crisi, con particolare riferimento ai casi della Libia, della Siria e dello Yemen, ove questo sia possibile. Continue reading…


UNESCO and ICCROM Join Forces to Protect Cultural Heritage

ottobre 16, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un’altra lingua disponibile.

UNESCO and ICCROM Join ForcesThe United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization (UNESCO) and the International Centre for the Study of the Preservation and Restoration of Cultural Property (ICCROM) signed a landmark agreement on Friday 13 October in a new effort to address mounting threats to cultural properties worldwide.

Under the Memorandum of Understanding (MoU) signed at UNESCO’s Paris headquarters, the two agencies agreed to intensify efforts to implement the 1972 World Heritage Convention. They will also boost cooperation in addressing a number of specific challenges, including destruction of cultural property in armed conflict, disaster risk management, illicit trafficking in heritage objects and new risks to intangible cultural heritage. Continue reading…


Donazione di Peter Rockwell

ottobre 11, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Peter Rockwell DonationNel settembre 2017, Peter Rockwell, noto scultore e specialista in tecniche antiche della scultura in pietra, ha effettuato un importante donazione di libri e di documentazione fotografica alla Biblioteca e agli Archivi dell’ICCROM. I materiali sono stati donati in occasione del ritorno di Rockwell negli Stati Uniti, dopo aver vissuto a Roma per oltre cinquant’anni. Rockwell intende destinarli a sostenere l’attività di ricerca della comunità di studiosi e professionisti della conservazione dell’ICCROM.

La donazione di libri comprende circa cinque metri lineari di pubblicazioni in inglese, italiano e tedesco e costituisce una raccolta utile di riferimento sulle tecniche della lavorazione in pietra, soprattutto in Europa e Asia meridionale (Pakistan e India), nonché opere di riferimento di storia dell’arte. Questi libri saranno disponibili per i ricercatori presso la Biblioteca. Continue reading…


L’ICCROM e l’UNESCO onorano l’impegno di Maamoun Abdulkarim

ottobre 6, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Palmyra, Temple of Bel © DRIl Direttore generale dell’ICCROM, Stefano De Caro, si unisce a Irina Bokova, Direttrice generale dell’UNESCO, nel congratularsi con Maamoun Abdulkarim della Siria, per i suoi instancabili sforzi per la protezione dei beni culturali del suo paese durante questi anni di guerra. Il mandato quinquennale di Maamoun Abdulkarim come Direttore generale dei musei e delle antichità della Siria è coinciso con un conflitto devastante, che ha causato centinaia di migliaia di morti e messo in serio pericolo il patrimonio culturale siriano.

“Nel corso del suo difficilissimo mandato, Maamoun Abdulkarim è riuscito a fare l’impossibile, senza sosta, per proteggere i siti siriani dichiarati patrimonio dell’umanità, nonché i manufatti esibiti nei musei del paese”, ha commentato Stefano De Caro. “La Siria può ritenersi fortunata di aver potuto contare su una persona del suo calibro durante un periodo così difficile, e personalmente mi sento onorato di aver potuto lavorare al suo fianco in questi anni”, ha poi aggiunto. Continue reading…


Terremoto in Messico

settembre 20, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Earthquake in MexicoIn seguito al grave terremoto di magnitudo 7.1 che ha colpito il Messico centrale il pomeriggio del 19 settembre causando numerose vittime, l’ICCROM sostiene il popolo di questa nazione e tutti i nostri colleghi della comunità professionale, responsabili della protezione del patrimonio, della memoria delle persone e delle basi del loro futuro.

Stefano De Caro, Direttore Generale Continue reading…


Bando di partecipazione al Premio ICCROM-ATHAR

agosto 23, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Premio ICCROM-ATHAR per le migliori pratiche di conservazione del patrimonio culturale nel mondo arabo

Con il patrocinio di Sua Altezza lo Sceicco Sultan bin Mohammed Al Qasimi, membro del Consiglio Supremo e Governatore di Sharjah, il Centro regionale di conservazione ICCROM-ATHAR a Sharjah (ICCROM-ATHAR) invita a presentare candidature per l’edizione 2017 del Premio per le migliori pratiche di conservazione del patrimonio culturale nel mondo arabo. Questo riconoscimento biennale viene conferito a progetti che contribuiscono in modo rilevante a proteggere e rendere vitale il patrimonio culturale materiale del mondo arabo.

Il Premio riflette l’impegno di ICCROM-ATHAR nel:

  • contribuire a salvaguardare il patrimonio culturale del mondo arabo;
  • promuovere l’osservanza delle norme etiche internazionali nel campo della conservazione del patrimonio materiale;
  • favorire lo scambio oltrefrontiera di conoscenze ed esperienze;
  • effettuare un’opera di sensibilizzazione presso l’opinione pubblica e valorizzare il patrimonio culturale;
  • incoraggiare l’eccellenza attraverso l’esempio.

Il Premio si svolge in due fasi. La prima prevede un concorso generale in cui verrà scelta una rosa di 8-15 progetti esemplari che rifletta la qualità e la varietà delle candidature. Nella seconda fase, i rappresentanti dei progetti selezionati saranno invitati a esporre i loro lavori a un panel indipendente di esperti di fama internazionale che eleggerà il vincitore. I progetti selezionati saranno oggetto di una mostra contestuale alla cerimonia di premiazione e verranno pubblicati dall’ICCROM. Continue reading…


Scienza del patrimonio: la collezione di campioni Mora

giugno 28, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Heritage Science: Mora Sample CollectionData limite prolungata al 16 agosto

L’ ICCROM custodisce una preziosa collezione di campioni di materiale, donata da Paolo e Laura Mora, conservatori di fama internazionale coinvolti nel coordinamento della formazione delle missioni tecniche e delle campagne di restauro delle pitture murali.

L’ICCROM è stata fondata nel 1959 come centro per la promozione di approcci diversi alla conservazione dei beni culturali, compreso il settore della pittura murale. Due leader in questo campo, Paolo e Laura Mora, hanno raccolto campioni in tutto il mondo per quasi 20 anni di attività, dagli anni sessanta agli anni ottanta. Il loro scopo era di studiare e ricercare le varie tecniche di pittura murale utilizzate dalle diverse culture nella loro espressione artistica. Questi due conservatori hanno poi creato una preziosa collezione già storica e scientifica composta da campioni di materiale. Continue reading…


Report del corso “I legami tra natura e cultura”, città mineraria di Røros

giugno 22, 2017

Course report – Linking Nature and Culture, Røros Mining TownIl corso internazionale sui “Legami tra natura e cultura nella gestione dei siti del patrimonio mondiale” si è svolto nella città mineraria di Røros e la Circonferenza, sito del patrimonio mondiale, in Norvegia dal 6 al 16 giugno 2017.

Questo corso innovativo è un componente chiave del nuovo programma di leadership del patrimonio mondiale sviluppato dall’ ICCROM, l’UICN e il Ministero norvegese del clima e dell’ambiente. Il corso è stato attuato in collaborazione con l’ICOMOS  e l’UNESCO World Heritage Centre, con i contributi finanziari integrativi dell’Ufficio federale della cultura .

Il World Heritage Leadership Programme (WHLP – programma di leadership del patrimonio mondiale) mira a promuovere le buone pratiche di conservazione e di gestione nel settore, svolgendo il ruolo di catalizzatore per la creazione di una conoscenza più ampia, per attrarre nuove risorse di apprendimento e apportare miglioramenti nella politica internazionale del patrimonio.

I temi principali del programma erano:

  • Promuovere il collegamento natura-cultura-persone nella gestione dei siti del patrimonio;
  • Attribuire al patrimonio un ruolo più dinamico in uno sviluppo sostenibile più ampio.

 

Questo corso rappresenta la prima attività essenziale del World Heritage Leadership Programme e ha riunito professionisti e persone-risorsa provenienti dai settori del patrimonio culturale e naturale. Il corso si è tenuto presso il sito del patrimonio mondiale della città mineraria di Røros e la Circonferenza in Norvegia, che fu anche usata in passato come caso di studio.

Course report – Linking Nature and Culture, Røros Mining TownIl corso è stato inaugurato dal sindaco della città, Hans Vintervold. Erano inoltre presenti alla cerimonia di apertura Erlend Gjelsvik, consigliere principale del Norwegian Directorate for Cultural Heritage (Riksantikvaren – direzione norvegese per il patrimonio culturale); Odd Sletten, direttore del Museo di Røros; Tim Badman, Direttore del programma del patrimonio mondiale dell’UICN, e Gamini Wijesuriya, Project Manager, Unità Siti dell’ICCROM.

Durante i dieci giorni di corso intensivo, 20 partecipanti provenienti dai settori della natura e ella cultura a rappresentanza di 20 Paesi hanno condiviso le loro esperienze e lavorato con le persone-risorsa, attraverso quattro diversi moduli sulle tematiche che spaziano dall’evoluzione dei concetti di conservazione alle tecniche e agli strumenti utilizzati nella gestione dei siti del patrimonio. In conclusione, i partecipanti hanno presentato il loro punto di vista sulla conservazione e sulla gestione della città mineraria patrimonio dell’umanità di Røros e la Circonferenza, considerando le interconnessioni natura-cultura-persone.

La cerimonia di chiusura è stata l’occasione per svolgere una tavola rotonda sulla costruzione delle capacità per le comunità-natura-cultura, presieduta da Joseph King dell’ ICCROM. Alla stessa hanno preso parte i partecipanti del corso, le persone-risorsa e i rappresentanti di diversi comuni, assieme al dott. Mechtild Rössler dell’UNESCO WHC, Gwenaëlle Bourdin dell’ICOMOS, Tim Badman UICN, Gamini Wijesuriya dell’ICCROM, Ingunn Kvisterøy del Ministero del clima e dell’ambiente, Anne Nyhamar del Riksantikvaren, e membro del consiglio dell’ICCROM, e Runa Finborud Leader del Consiglio della città mineraria di Røros e la Circonferenza.

L’evento ha suscitato l’interesse dei media locali ed se ne è parlato nei giornali e nella televisione norvegese.

 

Course report – Linking Nature and Culture, Røros Mining Town

 

Stati membri rappresentati

Australia, Argentina, Botswana, Cina, Egitto, Georgia, India, Giappone, Kenya, Libano, Messico, Namibia, Norvegia, Perù, Portogallo, Romania, Slovacchia, Repubblica di Corea, Africa del Sud, Sudan, Svizzera, Tailandia, Macedonia, Regno Unito, Stati Uniti, Vietnam, Zambia.

 

Stato non membro:

Costa Rica

 

VEDI ANCHE:

 

 


Giovanni Carbonara – Vincitore del Premio ICCROM 2017

marzo 15, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un'altra lingua disponibile.

Giovanni Carbonara – Winner of the 2017 ICCROM AwardL’ICCROM ha il piacere di annunciare il vincitore del Premio ICCROM 2017, il Prof. Giovanni Carbonara, Direttore emerito (1995 – 2013) della Scuola di specializzazione per lo studio e il restauro dei monumenti all’Università “La Sapienza” di Roma.  Il riconoscimento formale del Premio avverrà in occasione della 30ª Assemblea Generale dell’ICCROM (29 novembre – 1 dicembre 2017).

Giovanni Carbonara ha collaborato con l’ICCROM per quasi 50 anni, dai tempi della sua partecipazione al Corso di conservazione architettonica (ARC) nel 1968.  Ha preso parte ad attività didattiche e di formazione, e ha contribuito a numerose conferenze e pubblicazioni. Come professore ordinario alla La Sapienza dal 1980, ha partecipato a intensi scambi culturali e accademici. Il suo lavoro con l’ICCROM, parte integrante dei programmi didattici, comprendeva attività organizzative e collaborazione a vari corsi di restauro presso l’ICCROM, relativi agli argomenti inclusi nel programma della scuola di specializzazione per lo studio e il restauro dei monumenti. Continue reading…