Promuovere gli approcci alla Conservazione centrati sulle persone: il Patrimonio vivente

Living Heritage

Il patrimonio è stato creato dalle persone e per le persone e il nostro mondo è un posto migliore grazie alla bellezza generata dal nostro patrimonio culturale. Anche se gli individui e il loro apporto al patrimonio culturale sono importanti, spesso ha più senso lavorare con i gruppi o le comunità. Nei luoghi del patrimonio considerati parte “vivente” della comunità, l’impegno genera vantaggi tanto per il patrimonio quanto per la comunità.

Le comunità dispongono di capacità e risorse che resistono più a lungo delle strutture politiche o professionali, e che possono completare le conoscenze e le competenze degli specialisti. L’obiettivo degli approcci centrati sulle persone è quello di avvalersi di tali capacità, in modo da predisporre una conservazione e una cogestione a lungo termine, per il bene del patrimonio e della comunità.

Gli approcci centrati sulle persone riguardano il coinvolgimento di una componente essenziale della gestione del patrimonio culturale – le persone collegate al patrimonio – e garantiscono che queste siano parte integrante della conservazione di tale patrimonio. Le molte sfide che si pongono di fronte alla conservazione e alla gestione del patrimonio obbligano ad analizzare i problemi in modo diverso:

  • la necessità di rispettare la diversità, di migliorare i rapporti fra il patrimonio e le persone, e  di riconoscere le parti “viventi” dei beni culturali;
  • la necessità di riconoscere l’influenza che il patrimonio culturale esercita oggi sulla vita delle persone, e in quale modo possa migliorare la qualità delle loro vite, considerando con attenzione tanto il passato quanto il presente e attribuendo valore ai “prodotti della cultura”;
  • la necessità di ripensare il patrimonio nella sua globalità senza tracciare linee nette tra i vari tipi (ad esempio mobili/immobili; tangibili/intangibili; culturale/naturale);
  • l’appello a riconoscere il ruolo di custodi che le comunità possono svolgere per la cura a lungo termine del loro patrimonio culturale (con i loro sistemi di conoscenza tradizionali) e a rispettare le opinioni espresse dalle persone sui temi della conservazione e della gestione di tale patrimonio;
  • la necessità di valutare l’impatto della globalizzazione sugli ambienti abitativi, come ad esempio i centri storici urbani e i paesaggi culturali, e i legami tra il patrimonio culturale e lo sviluppo sostenibile della società.

Sviluppare il Programma dell’ICCROM denominato Living Heritage Sites

Nel corso degli anni l’ICCROM ha introdotto per la prima volta gli approcci sui temi dell’influenza che patrimonio culturale esercita su molti aspetti della vita umana, ad esempio, la conservazione in quanto processo decisionale culturale; la conservazione del sacro; i Siti del Patrimonio “vivente”; la valutazione dei valori delle collezioni come base del processo decisionale della conservazione, ecc. Appare ormai chiaro che l’importanza del patrimonio culturale non si fonda soltanto sulla sua materialità fisica, ma anche sul modo in cui la società in generale lo apprezza e lo fruisce. In particolare, il Living Heritage Approach sviluppato dall’ICCROM ha toccato molti degli aspetti citati e può, pertanto, essere considerato un nuovo paradigma dal titolo Approccio centrato sulle persone, che pone la dimensione del patrimonio “vivente” al centro del processo decisionale.

Il coinvolgimento delle comunità

Il coinvolgimento delle comunità nei processi di conservazione e di gestione è considerato un elemento chiave degli approcci centrati sulle persone: si tratta di rafforzare la loro capacità di partecipare in modo significativo al processo decisionale sulla conservazione e sulla gestione, per esse stesse e per il loro patrimonio.

Il dibattito sul tema esiste, e il coinvolgimento delle comunità può rappresentare un’autentica sfida in molti luoghi del patrimonio culturale. Tuttavia, in alcuni siti è già stata acquisita una significant experience, che consente l’accesso a pubblicazioni e a altri strumenti messi a disposizione allo scopo di condividere gli approcci e offrire consigli. Nonostante i vincoli di bilancio, l’ICCROM si è impegnato a reperire i mezzi finanziari necessari per svolgere le attività collegate a questo settore

Obiettivi

Gli obiettivi a lungo termine del programma “Promozione degli Approcci alla Conservazione centrati sulle persone:  Patrimonio vivente, sono i seguenti:

  • riconoscere il rapporto che collega le persone al loro patrimonio, garantendo che siano parte integrante nella conservazione e nella gestione del patrimonio.
  • rafforzare la comprensione del concetto di Patrimonio vivente e promuovere un Approccio di Patrimonio vivente.
  • sensibilizzare circa la necessità di coinvolgere le comunità, e sui reciproci benefici che entrambi, comunità e patrimonio, possono ottenere.
  • rafforzare i legami tra le organizzazioni interessate all’Approccio centrato sulle persone.

Attività

  • sviluppo e perfezionamento dei materiali didattici e di ricerca negli Approcci alla conservazione centrati sulle persone (in corso)
  • workshop sulla “Promozione degli Approcci alla Conservazione centrati sulle persone: Living Heritage” (2013)
  • inserimento del Living Heritage e degli Approcci centrati sulle persone all’interno del corso Conservazione del Patrimonio architettonico
  • realizzazione di un corso specialistico sul Coinvolgimento delle Comunità

Risorse

 

Comments are closed.