Centro internazionale di studi
per la conservazione ed il
restauro dei beni culturali
Filter by Region

L’ICCROM ha dato oggi il benvenuto, nella sua sede di Roma, al Direttore esecutivo della Fondazione ALIPH, Valery Freeland, accompagnato da Andrea Balbo, responsabile del progetto ALIPH, per un incontro con il Direttore generale Webber Ndoro, con Valerie Magar, Direttrice dell’unità di programmi, e Yasmin Hashem, assistente del programma FAR.

La città di Mosul, che in arabo significa "punto di collegamento", si distingue per la sua diversità culturale e religiosa. Grazie agli importanti santuari dedicati a tre religioni monoteistiche e ad altri edifici e siti storici straordinari, il patrimonio e l'importanza della città trascendono i millenni.

Per avviare il programma, l’ICCROM ha recentemente svolto una missione di preparazione a Mosul ed Erbil dal 28 febbraio al 6 marzo 2021. Nazzareno Todini, funzionario amministrativo e Rohit Jigyasu, responsabile di progetto, hanno preso parte a questa missione tramite incontri esplorativi con potenziali partner per stabilire relazioni con le controparti governative ed universitarie a Erbil e Mosul, e valutare le sfide operative e le opportunità allo scopo di istituire una base per le attività di formazione a Mosul.

Il 18 dicembre coincide con il 47° anniversario dell’inclusione dell'arabo come lingua ufficiale delle Nazioni Unite. La giornata è un'occasione per celebrare la ricchezza e l'importanza, a livello mondiale, della lingua araba, che ha avuto un ruolo catalizzatore nella cultura, nella scienza e nelle arti nel corso della storia. Oggi l'arabo è una delle lingue più diffuse al mondo e rappresenta un vero pilastro di diversità, parlata nelle sue diverse forme da oltre 400 milioni di persone in 25 Paesi.

La Raccomandazione di Varsavia sul recupero e la ricostruzione del patrimonio culturale è un documento del 2018 contenente un insieme completo di principi riguardanti il processo di ricostruzione urbana e di ricostruzione di edifici storici o complessi di edifici distrutti a seguito di conflitti armati o disastri naturali.

Con il patrocinio di Sua Altezza lo Sceicco Dr Sultan Bin Muhammad Al Qasimi, membro del Consiglio Supremo ed Emiro di Sharjah, si sono concluse il 10 novembre le prime riunioni virtuali del 2° Forum Arabo sul Patrimonio Culturale. Il Forum, dal titolo "Autenticità, Comunità e Conservazione nel pensiero arabo", è stato organizzato online dall’ICCROM-Sharjah il 9 e 10 novembre 2020.

Con il patrocinio di Sua Altezza lo Sceicco Dr. Sultan Bin Muhammad Al Qasimi, Membro del Consiglio Supremo ed emiro di Sharjah, l'ICCROM-Sharjah organizzerà degli incontri virtuali nell'ambito della 2a edizione del Forum Arabo sul Patrimonio Culturale, dal titolo "Autenticità, Comunità e Conservazione nel pensiero arabo", dal 9 al 10 novembre 2020.

Sulla scia delle devastanti inondazioni in Yemen e Sudan, l'ICCROM esprime la propria vicinanza ai governi e alle persone di questi Stati membri. Siamo a disposizione per fornire assistenza tecnica al fine di proteggere il patrimonio culturale interessato.

Insieme alla comunità internazionale del patrimonio culturale, appoggiamo la Dichiarazione di solidarietà nei confronti del Libano e sosteniamo la mobilitazione degli sforzi per il recupero del patrimonio culturale danneggiato a Beirut. 
Desideriamo esprimere la nostra solidarietà al popolo libanese per la tragedia che ha colpito la città di Beirut.

Negli ultimi dieci anni, la conservazione del patrimonio musivo è stata il fulcro dell'iniziativa MOSAIKON condotta da quattro organizzazioni internazionali: l’ICCROM, la Getty Foundation, il Getty Conservation Institute e il Comitato Internazionale per la Conservazione dei Mosaici (ICCM). Incentrata sulla formazione professionale e tecnica, la ricerca, le conferenze, le pubblicazioni e il networking, l’iniziativa MOSAIKON è sfociata in un rafforzamento delle capacità e delle reti professionali degli esperti del Mediterraneo meridionale e orientale.