Faith Mukangaya

aprile 4, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua alternativa. Puoi cliccare sul link per cambiare la lingua attiva.

new intern at collections unitAs a graduate from the Midlands State University with a Bachelor of Arts (Honours) in Archaeology, Cultural Heritage and Museum Studies, Faith Mukangaya from Zimbabwe is searching for new opportunities to strengthen capacity building in Africa. Prior to graduating, she carried out an internship in the Mutare Museum where she was involved in different activities ranging from tour guiding, to conducting inventory checks, to digitizing fading departmental records and updating databases.

While at ICCROM (3 April to 30 June), Faith will be contributing to data collection related to the situation of museums and related institutions in Africa with a view of supporting the future AFRICA Programme.

Member State represented: Zimbabwe


Jaana Kataja

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua alternativa. Puoi cliccare sul link per cambiare la lingua attiva.

New intern at Collections UnitStarting off with a BA in textile conservation from the EVTEK University of Applied Sciences, Vantaa, Finland, Jaana Kataja from Finland has worked extensively as a textile conservator.  She is currently the project manager in a regional collection centre project of the Museum of Kymenlaakso, Kotka aimed at assessing the need for a joint storage facility for the Kymenlaakso region in Finland. At the same time she is in the process of completing her MA in Museology from the University of Jyväskylä.  As part of her studies, Jaana carried out a survey on 21 regional museums in Finland to investigate their collections facilities. She is presently the Chairman of the Nordic Association of Conservators, Finland.

During her internship at ICCROM (3 April to 30 June), Jaana will be associated with the RE-ORG Project and will be assisting in various activities such as training, didactic materials and communication.  In particular she will be involved in the final preparation of the RE-ORG Nigeria workshop.

 Member State represented: Finland


Jessica Doyle

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua alternativa. Puoi cliccare sul link per cambiare la lingua attiva.

Collection unit intern, April 2017Jessica Doyle from Australia holds a BA from the University of Western Australia (Hons. Archaeology) and is currently pursuing an MA in Cultural Material Conservation at the University of Melbourne. In addition to conducting archaeological surveys and field work in the Fremantle Prison and in the Pilbara Region where she recorded archaeological materials as an Archaeology Youth Leader in the Western Australian Junior Archaeology Club (JAC), she assisted in co-ordinating introductory archaeology classes for children, focusing on Australian archaeology.

While at ICCROM (3 April to 30 June), Jessica will be called upon to assist with background research for the First Aid in Times of Conflict handbook and to help in designing and/or updating course related training resources.

Member State represented: Australia


Muriel Verbeeck

marzo 15, 2017

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Inglese e Francese. Per ragioni di convenienza del visitatore, il contenuto è mostrato sotto nella lingua principale di questo sito. Puoi cliccare su uno dei links per cambiare la lingua del sito in un’altra lingua disponibile.

Muriel VerbeeckWe are pleased to welcome Muriel Verbeeck, a Belgian national, who will conduct research at ICCROM until the end of April 2017.

Muriel Verbeeck is professor and researcher at the Ecole Supérieure des Arts Saint-Luc de Liège and the University of Liège (Joint Research Unit, “Art, Architecture and Heritage”).  While at ICCROM she will carry out research in the Archives and Library.

Muriel’s work deals with both the history of conservation-restoration theories, in particular the contribution of Paul Philippot, and the conceptualization of restoration in contemporary art. She will draw from her study period at ICCROM to inform her teaching (ethics, history and theories of restoration), as well as a series of papers and publications brought together into a book proposal (Conceptual tools for conservators).


Ricercatori in visita – Luis Pérez-Prat Durbán e María del Valle Gómez de Terreros Guardiola

ottobre 18, 2016

María del Valle Gómez de Terreros GuardiolaLuis Pérez-Prat DurbánL’ICCROM è lieto di accogliere i ricercatori spagnoli Luis Pérez-Prat Durbán e María del Valle Gómez de Terreros Guardiola, professori ordinari all’Università Pablo de Olavide di Siviglia.

Finanziato dal Ministero spagnolo dell’istruzione, della cultura e dello sport, il loro progetto comune di ricerca riguarda in modo specifico i criteri internazionali applicati al restauro dei reperti archeologici e dei monumenti in rovina; la distruzione intenzionale del patrimonio culturale, specialmente riguardo ai paesi del Mali, Libia, Iraq e Siria; il patrimonio culturale e l’Olocausto e la protezione delle rovine incluse nella Lista del Patrimonio Mondiale. Il progetto è volto ad analizzare l’efficienza dei regolamenti in materia di protezione del patrimonio culturale, valutando se la legislazione attuale soddisfa tali obiettivi di protezione del patrimonio.

Stato membro rappresentato: Spagna


Pingli Feng

ottobre 12, 2016

Pingli FengPingli Feng svolgerà attività di ricerca nell’ambito di una borsa di studio presso l’ICCROM fino alla metà di dicembre. Conservatrice qualificata, lavora dal 2009 presso il Centro di conservazione e restauro dei beni culturali del Museo del Sichuan, in Cina. Inoltre, sta terminando un Master in Beni Culturali e Museologia presso l’Università del Sichuan a Chengdu.

Grazie al suo lavoro presso il Museo del Sichuan, è impegnata sia nella ricerca che nella pratica di conservazione e restauro, concentrandosi principalmente sulla valutazione dei rischi per la collezione del museo. Questo interesse è il risultato della sua partecipazione nel 2014 al corso sulla Riduzione dei rischi per le collezioni, organizzato dall’ICCROM, l’Amministrazione Statale dei Beni Culturali (SACH) e l’Accademia Cinese dei Beni Culturali (CACH).

Durante la sua permanenza all’ICCROM, Pingli avrà accesso alla biblioteca e agli archivi dell’organizzazione per le sue ricerche sulla valutazione dei rischi legati ai danni causati dal clima alle collezioni del museo della regione del Sichuan.


Maria Chiara Belloni

settembre 14, 2016

Maria Chiara BelloniMaria Chiara Belloni sta attualmente terminando la laurea specialistica in Human Rights and Multi-Level Governance (Diritti Umani e Governance Multilivello) presso l’Università di Padova, scrivendo la sua tesi sul concetto di patrimonio culturale come diritto umano.

Ha conseguito anche una laurea in Comunicazione Internazionale presso l’Università per Stranieri di Perugia. La sua precedente esperienza in questo campo comprende attività di volontariato al Festival di Architettura di Perugia. Lavora anche come fotografa freelance.

Durante la sua permanenza all’ICCROM, Maria Chiara Belloni svolgerà attività di ricerca per l’Ufficio del Direttore Generale sulle possibili linee guida in materia di beni culturali e di diritti umani.


Anna Kozlova

Anna KozlovaAnna Kozlova, di nazionalità russo-canadese, sta attualmente completando la sua laurea specialistica in World Heritage Studies presso l’Università Tecnica di Brandeburgo a Cottbus, in Germania. Si è laureata (con lode) in Scienze della Comunicazione e in Giurisprudenza come seconda disciplina presso la Carleton University di Ottawa, in Canada. Durante i suoi studi universitari, Anna ha trascorso un semestre di studio all’estero presso l’Università di Trento, dove ha seguito dei corsi focalizzati su Politica e cultura europea. Le precedenti esperienze lavorative di Anna includono uno stage presso il Volonterski Centar (una ONG con sede a Osijek, in Croazia), la National Gallery of Canada e, più recentemente, ha lavorato come ricercatrice presso il Museo Lev Tolstoy a Mosca, in Russia.

Durante la sua permanenza all’ICCROM, Anna collaborerà con il dipartimento di Servizi della Conoscenza e Comunicazione per aggiornare e ampliare la presenza di ICCROM su Wikipedia in diverse lingue, tra cui russo. Fornirà il suo supporto ad attività di sensibilizzazione condotte con la Federazione russa e l’Asia centrale.


Alicia Pol Méndez

giugno 27, 2016

POL-MENDEZ_Alicia_2016Siamo lieti di annunciare che la Sig.ra Alicia Pol Méndez, spagnola attualmente residente a Londra, intraprenderà uno stage presso l’ICCROM dal 4 aprile al 30 giugno 2016.

Alicia è trilingue ed è una storica dell’arte e responsabile di progetto, con esperienza in marketing, università, centri museali e cooperazione culturale nel settore (tra cui Bosnia, Perù e Marocco). Ha conseguito un Master in Management Culturale presso l’Università di Siviglia, in Spagna, e il Diplôme des Grandes Ecoles in Museologia presso l’École du Louvre, Parigi, in Francia.

Il suo stage si concentrerà sul miglioramento dei social media e degli strumenti di comunicazione del Programma LATAM, come la newsletter e il gruppo Facebook, l’aggiornamento degli elenchi dei contatti e la produzione di contenuti tematici per la community di LATAM.


Golnoosh Mozafari

giugno 23, 2016

Golnoosh MozafariGolnoosh Mozafari ha recentemente conseguito la laurea specialistica in World Heritage Studies presso l’Università tecnica di Brandeburgo a Cottbus-Senftenberg, in Germania. Ha scritto la sua tesi sulla “Analisi dell’adeguatezza degli spazi urbani in relazione ai modelli di comportamento della comunità locale”. Ha conseguito anche una laurea in Architettura presso l’Università di Teheran, in Iran. A marzo 2015 è stata consulente del processo di nomina per la registrazione a DOCOMOMO di edifici moderni in Iran. Un’altra esperienza precedente rilevante è stato il coordinamento per due anni di eventi internazionali per il Centro di Eccellenza in Tecnologia dell’Architettura (CEAT), presso l’Università di Teheran.

Nel corso della sua permanenza all’ICCROM, Golnoosh Mozafari lavorerà sul Programma Patrimonio Vivente presso l’Unità Siti.