Centro internazionale di studi
per la conservazione ed il
restauro dei beni culturali
Mostre attive per musei attivi -…

Mostre attive per musei attivi - Simposio sul patrimonio sudanese

Active Exhibitions for Active Museums – Symposium on Sudanese Heritage

Sotto il patrocinio e la presenza di Sua Altezza lo Sceicco Dr. Sultan bin Mohammed Al Qasimi, membro del Consiglio Supremo e Sovrano di Sharjah, l'Ufficio Regionale dell'ICCROM-Sharjah per la Conservazione e il Restauro del Patrimonio Culturale ha organizzato un simposio sulla conservazione del patrimonio sudanese dal titolo "Mostre attive per musei attivi" che si terrà dal 23 al 26 settembre.

Il simposio si iscrive nel più ampio progetto di conservazione e riabilitazione dei "Community Museums of Western Sudan" (WCAM - Comunità dei musei del Sudan occidentale) per tre musei, finanziato dal Fondo di protezione culturale del British Council, istituito per proteggere il patrimonio culturale a rischio a causa di conflitti in Medio Oriente e Nord Africa. Il progetto ha ricevuto un importante riconoscimento per un importo di quasi 1.000.000.000 di sterline e ha avuto inizio in loco nel settembre 2018 per un periodo di due anni. I partner del progetto sono la National Corporation for Antiquities and Museums (NCAM) del Sudan, lo studio Mallinson Architects & Engineers e il Macdonald Archaeological Institute Heritage Centre dell'Università di Cambridge.

Il progetto intende proteggere tre musei: Beit Khalifa e Bramble House a Omdurman, Khartoum; Shikan Museum, Al Abyad, Kordofan settentrionale; e Darfur Museum, Nyala, Darfur meridionale. Si tratta di un'opportunità per fornire preziose risorse al popolo sudanese analizzando il ruolo dei musei e il modo in cui presentano la loro eredità culturale. Comprende la partecipazione di un gruppo di lavoratori nel campo della protezione del patrimonio culturale sudanese e di alcuni esperti specializzati.
Sua Eccellenza il Dr. Sheikh Sultan bin Muhammad Al Qasimi, Membro del Consiglio Supremo e Governatore di Sharjah, ha sottolineato l'importanza della conservazione del ricco patrimonio del Sudan, mettendo in luce l'impatto positivo che la salvaguardia del patrimonio sudanese può avere nella promozione del senso di appartenenza e per plasmare il futuro. Ciò è avvenuto durante il discorso pronunciato dal sovrano di Sharjah alla cerimonia di apertura del simposio, cui hanno partecipato 15 membri dell'Autorità generale delle antichità e dei musei in Sudan, guidata dal dottor Abdul Rahman Ali, Direttore dell'Autorità. Alla cerimonia di apertura hanno partecipato inoltre il Ministro della Cultura, Antichità e Turismo della Repubblica dell'Iraq, il dott. Abdul Amir Al Hamdani, in rappresentanza del Fondo per la protezione del patrimonio negli Emirati Arabi Uniti del British Council e il dott. Gavin Anderson.

Il dottor Zaki Aslan, direttore del Centro regionale dell'ICCROM-Sharjah per la conservazione del patrimonio culturale nel mondo arabo, ha tenuto un discorso di benvenuto in cui ha ringraziato e si è congratulato con il sovrano di Sharjah per il suo continuo sostegno e la sua sapiente guida nel sostenere gli sforzi culturali e patrimoniali in vari paesi arabi, sottolineando la sua volontà di restaurare e conservare i siti archeologici.

Active Exhibitions for Active Museums – Symposium on Sudanese Heritage

Il Dr. Zaki Aslan ha passato in rassegna i progetti e le iniziative in corso del Centro per la conservazione del patrimonio culturale, sottolineandone il ruolo essenziale, in collaborazione con i partner, nel restauro di alcuni siti nei paesi arabi, come ad esempio la ricostruzione della moschea Nuri in Iraq.

Per quanto riguarda il progetto WCAM, il Dr. Zaki Aslan ha dichiarato: "Il progetto mira ad aiutare il NCAM a sviluppare una visione orientata alla comunità per i suoi musei. Il simposio mira a migliorare le prospettive di conservazione del patrimonio culturale peculiare di quei siti, musei ed edifici che sono stati trascurati e abbandonati, ma che conservano un ruolo importante nella memoria nazionale come simbolo della civiltà del Sudan occidentale e della società sudanese".

Il Dr. Abdul Rahman Ali Mohamed Rahma, Direttore Generale dell'Autorità Generale per le Antichità e i Musei in Sudan, ha apprezzato il supporto offerto dal Dr. Sultan Al Qasimi durante il restauro dei tre musei archeologici in Sudan, mettendo in evidenza l'arte preziosa, la storia e la cultura del paese.
Durante il simposio, Sua Eccellenza Sultan ha illustrato l'importanza della posizione geografica strategica del Sudan, la sua storia eterogenea e l'importanza della conservazione del suo patrimonio. Ha anche sottolineato l'importanza di prendersi cura dei membri della comunità locale. Concludendo il suo discorso, Sheikh Sultan ha augurato successo e buona fortuna nei futuri progetti comuni che mirano a rafforzare la conservazione del patrimonio sudanese, riaffermando il suo sostegno a tutti i progetti culturali per la ricostruzione del Sudan.

Il sovrano di Sharjah ha visitato la mostra di supporto che comprendeva le aree di restauro in corso nei tre musei del Sudan occidentale. Sua Eccellenza è stata inoltre informata dalla delegazione sudanese in merito allo stato di avanzamento dei lavori in tali musei.

Il workshop avrà una durata di 4 giorni e vedrà la partecipazione di un gruppo di decision-maker e professionisti del NCAM, del Sindacato degli Ingegneri e delle Università del Sudan e di un gruppo di esperti internazionali e arabi specializzati nello sviluppo delle mostre educative comunitarie nei musei.