Centro internazionale di studi
per la conservazione ed il
restauro dei beni culturali
Notizie


L’ICCROM è costernata per l'incendio alla cattedrale di Notre-Dame, ed esprime le sue più sincere condoglianze e la sua solidarietà ai parigini, al popolo francese e alla Chiesa cattolica in questo tragico momento. Si tratta di una perdita immensa per il patrimonio e per il mondo intero.

Si è svolta l’11 aprile 2019 la riunione annuale dei donatori del Programma di leadership del patrimonio mondiale presso il Ministero del clima e dell’ambiente a Oslo, in Norvegia. Il Ministero norvegese del clima e dell’ambiente ha ospitato la riunione quest’anno unitamente all’ICCROM, all’IUCN e alla Direzione per il patrimonio culturale (Riksantikvaren).

Alain Godonou, collaboratore di lunga data dell’ICCROM, è stato nominato Direttore del Programma Musei dell’Agence Nationale de promotion des Patrimoines et du Tourisme (ANPT) del Benin lo scorso settembre. La posizione è collegata alla Presidenza della Repubblica.

Gli incendi rappresentano un rischio notevole per i beni del patrimonio culturale nel mondo. Sebbene possa sembrare un "evento raro" dal punto di vista di un'istituzione singola, i grandi incendi possono diventare all'ordine del giorno se si considera il patrimonio totale di una nazione.

L’ICCROM-Sharjah, in collaborazione con il Getty Conservation Institute (GCI) e la Direzione generale delle antichità (DGA) del Libano, sta organizzando un campo scuola sulla conservazione dei mosaici in situ a Biblo, Libano.

I manager dei siti del patrimonio mondiale provenienti da tutto il mondo sono invitati a partecipare al forum di quest'anno, inteso a rafforzare la presenza dei manager dei siti del patrimonio mondiale a livello internazionale. Possono inoltrare la propria candidatura partecipanti provenienti da tutte le proprietà del patrimonio mondiale naturale, culturale e misto. Il forum di quest'anno continuerà ad essere organizzato congiuntamente al programma di Leadership del Patrimonio Mondiale dell’IUCN-ICCROM, allo scopo di esaminare le esigenze di costruzione delle capacità dei manager dei siti nel mondo.

Alejandro Flores (nato in Guatemala nel 1940) partecipò al corso di Conservazione architettonica dell’ICCROM nel 1971. Ha condiviso questa straordinaria esperienza con Roberto Marta†, Gaël de Guichen e Jukka Jokilehto, con i quali è rimasto amico per quasi mezzo secolo. Alejandro è scomparso il 16 febbraio 2019.

L’ICCROM-Sharjah, in collaborazione con l’Organizzazione araba per lo sviluppo amministrativo della Lega degli Stati arabi, ha organizzato un workshop di quattro giorni sulla conservazione del patrimonio documentario che si è tenuto dal 4 al 7 marzo 2019 a Sharjah, EAU.

Sebastiano Tusa, responsabile del Servizio per il Coordinamento delle Ricerche Archeologiche Sottomarine (SCRAS), è deceduto. Era a bordo dell'Ethiopian Airlines Flight 302 che è precipitato fuori da Addis Abeba il 10 marzo. Il dottor Tusa era in viaggio per una conferenza organizzata dall'UNESCO sul patrimonio archeologico subacqueo che si è tenuta a Malindi, in Kenya, l'11 marzo.

L'autenticità è un concetto ambiguo nella professione della conservazione. Storicamente, il concetto ha sempre cercato di privilegiare gli approcci materiali alla pratica della conservazione rispetto al riconoscimento dei valori spirituali e non materiali di un luogo. Tuttavia, la stesura della Carta di Nara nel 1994 ha rappresentato un cambiamento di paradigma. Considerato un momento importante nella storia della conservazione, il documento ha ampliato il concetto di autenticità e ha richiamato l'attenzione sulla diversità culturale nel dialogo sul patrimonio.