Alhambra Palace - Granada
Alhambra Palace - Granada

La Seconda Guerra mondiale ha mietuto più vittime di qualsiasi altra guerra nella storia, cancellando una grande quantità di beni culturali che contraddistinguevano le comunità nelle quali erano inseriti, tra cui diverse città storiche d'Europa.

All'indomani della guerra, il mondo aveva bisogno di un'istituzione dedicata alla conservazione, alla salvaguardia e al restauro di quanto l'umanità aveva saputo distruggere. In risposta, l'UNESCO creò l'ICCROM e scelse Roma come quartier generale. Patria dell'ICCROM e beneficiaria dei suoi primi sforzi, l'Europa è una regione con cui l'organizzazione ha sempre intrattenuto dei legami molto stretti, e che ha dovuto altresì svolgere un ruolo importante nel settore della conservazione.

Sessant'anni dopo, l'umanità deve fare nuovamente fronte a sviluppi catastrofici su larga scala, sfollamento di massa di persone, conflitti ormai radicati e un clima sempre più inasprito. Tutto questo mina la conservazione del patrimonio culturale. L'Europa si trova nuovamente in una posizione che le consente di trarre vantaggio dagli sforzi dell'ICCROM e, al contempo, di sostenerla. Questo non solo perché le forze demografiche, politiche e climatiche agiscono all'interno o in prossimità dei suoi confini, ma anche perché l'Europa è in grado di svolgere un ruolo più universale nell'attuazione del cambiamento, essendone responsabile.

L'ICCROM è desiderosa di impegnarsi in un'Europa che sfrutti tutte le sue risorse, le sue esperienze e il suo know-how diplomatico per plasmare società inclusive e impegnate. L'Europa può assumere un ruolo guida nell'inclusione effettiva dei rifugiati in cerca di sicurezza, integrando le culture che essi recano con sé nella sua. L'Europa può dimostrare che prendersi cura della cultura significa prendersi cura delle persone intese come patrimonio culturale e genera coesione, comprensione e persino opportunità economiche. E quando l'Europa estende questo lavoro oltre i propri confini, può dimostrare come le conseguenze della diplomazia culturale rendano le nazioni più stabili, inclusive e giuste, costruendo quindi un mondo migliore.

In primo piano

RE-ORG poland

National Museum in Poznań makes changes to Polish museum storage facilities using RE-ORG Method

Representatives of 11 Polish museum institutions are participating in a RE-ORG workshop at the National Museum in Poznań from 19-30 September 2022. The RE-ORG Poland project is funded by the Ministry of Culture and National Heritage of the Republic of Poland and implemented in cooperation with the National Institute for Museums and Public Collections (NIMOZ).

ICCROM's condolence message for the death of Queen Elizabeth II

ICCROM's condolence message for the death of Queen Elizabeth II

ICCROM extends its deep condolences to the Royal Family and the Commonwealth for the death of Her Majesty Queen Elizabeth II.

Meeting with Representatives of Iceland 

Meeting with Representatives of Iceland 

On Thursday, 1 September, ICCROM welcomed a delegation of 21 cultural heritage experts from Iceland to its headquarters, headed by the Director General of its national Cultural Heritage Agency.

Visit from US Mission to the United Nations Agencies in Rome

Visit from US Mission to the United Nations Agencies in Rome

On 4 August 2022, ICCROM had the honour of receiving Deputy Permanent Representative, Deputy Chief of Mission Rodney M. Hunter and Samuel Rothenberg, Alternate Permanent Representative and Political/Economic Officer, from the US Mission to the United Nations Agencies in Rome.

Joint ICOMOS-ICCROM mission to Ukraine

ICOMOS and ICCROM undertook a joint mission to Ukraine from 9 to 16 July 2022 in order to provide support to the efforts made by the Ministry of Culture and Information Policy of Ukraine, as well as heritage organisations and professionals in the country, in the current conflict situation. The purpose of the mission was to assess the damage caused to cultural heritage, to identify immediate needs, and to offer technical assistance for the preparation of a systematic and coordinated national strategy for first aid interventions and recovery planning of cultural heritage.
 Joint ICOMOS-ICCROM mission to Ukraine

Missione congiunta ICOMOS-ICCROM in Ucraina

L'ICOMOS e l'ICCROM hanno intrapreso una missione congiunta in Ucraina dal 9 al 16 luglio 2022 al fine di fornire sostegno agli sforzi compiuti dal Ministero della Cultura e della Politica dell'Informazione dell'Ucraina, nonché alle organizzazioni e ai professionisti del patrimonio nel Paese, nell'attuale situazione di conflitto.

University of

Visit by students from the Sorbonne University

On 3 June, students from Sorbonne’s Conservation préventive du patrimoine course visited ICCROM with their professor, Claire Betelu. They were welcomed by Valérie Magar, our Programmes Unit Manager and herself a Sorbonne alumna, Gaël de Guichen, Special Advisor to the Director-General, Cécile Gallon, Librarian, María Mata Caravaca, Manager of ICCROM Records and Archives and Isabelle Verger...

World Heritage Impact Assessment workshop in Norway brings together heritage, planning and policy

In Norvegia, il workshop sulla valutazione d'impatto sul Patrimonio Mondiale riunisce patrimonio, pianificazione e politiche

Il programma di Leadership del Patrimonio Mondiale dell'ICCROM-IUCN, la Direzione norvegese per i beni culturali, l'Agenzia norvegese per l'ambiente e il Ministero norvegese del clima e dell'ambiente hanno collaborato per la realizzazione di un workshop nazionale per sviluppare le capacità norvegesi sulla valutazione d'impatto nel contesto del Patrimonio Mondiale.

Franco Adamo

Franco Adamo (1955 – 2022)

Franco Adamo, restauratore per tutta la vita ed ex-allievo dell'ICCROM (1984), si è spento il 12 maggio 2022, affidato alle cure di Adele Cecchini, sua compagna di vita e di lavoro. La sua assenza è una perdita significativa per il settore del restauro del patrimonio culturale. Mancherà molto a tutti coloro che lo conoscevano.

Connecting Heritage Samples Archives International Workshop

Workshop internazionale “Connecting Heritage Samples Archives” (13-15 giugno 2022)

La vostra istituzione è in possesso di campioni del patrimonio? Se è così, dovreste seguire il workshop internazionale "Connecting Collections: Unlocking Value in Heritage Samples Archives", che si terrà dal 13 al 15 giugno 2022 a Évora, in Portogallo, ma sarà anche trasmesso in livestreaming via Zoom.